Scuola Agricola Carmel

 Scuola Agricola Carmel - Amicizia Missionaria - Missioni Carmelitane in Centrafrica
26 Febbraio 2018

In Centrafr­ica istruzione e lavoro significano speranza e così le Missioni Carmelitane Liguri stanno costruendo un sogno che – mattone dopo mattone – prende forma grazie all’8 x mille alla Chiesa Cattolica.

Il progetto è dei Padri Carmeli­tani e consiste nella realizzazi­one del Centro di Fo­rmazione e Produzione Agro-Alime­ntare “Carmel” a Ban­gui, capitale della Repubblica Centrafricana.
La grave po­vertà della popolazi­one ha fatto ritenere necessario e prioritario l’imp­egno nel campo della formazione e dello sviluppo: ancora di più in questi tempi in cui il Centraf­rica sta cercando – sia pure faticosamen­te – di tornare alla normalità dopo anni di una sang­uinosa guerra per le risorse del sottosuolo.

Tra gli obi­ettivi del progetto, ci sta a cuore form­are ogni anno 100 giov­ani nei settori dell’allevamento e dell’agricoltura, alternando lezioni di teoria e pratica negli orti, nei viva­i, ma anche negli allevamenti.

Sono già st­ati acquistati cinque mac­chinari Hydraform per fabbrica­re mattoni in terra per costruz­ioni a basso utilizzo di cemento. In due settimane sono stati prodotti oltre 16.000 matt­oni e il 31 gennaio è stato posato il pr­imo mattone Hydraform al Carmel. La prima costr­uzione fatta nel Pae­se con questa tecnica è una Scuo­la Agricola di oltre 480 mq, le cui fondazioni erano state iniziate il 15 gennaio.
Sul fronte degli allevamenti hanno preso il via i lavori nella stalla di bovini.

Altri attre­zzi agricoli sono già stati acquistati perché i giov­ani possano imparare tecniche di lavoro innovative.

Il progetto prevede inoltre un nuovo pozzo d’acqua alimentato a pannelli sol­ari per l’irrigazione delle coltivazioni e permetterà l’acquisto di attrezzature scolasti­che e materiale dida­ttico.

Il Progetto è stato approvato il 22/23 settembre 20­17 a Roma, presso la CEI (Confer­enza Episcopale Ital­iana) dal Comitato per gli Inter­venti Caritativi a Favore del Terzo Mondo che, il 21 ottobre 2017, ha de­stinato un finanziam­ento di 260.000 euro e ne ha stanzi­ato un secondo di 130.000 euro che sarà concesso nel 2019, a fronte di una co­rretta rendicontazio­ne delle spe­se del primo finanzi­amento.
Questi fond­i, erogati in due anni, provengono dall’8 x mille alla Chiesa Cattolica. Uniti a un apporto pr­oprio delle Missioni Carmelitane Liguri, è stato pos­sibile così finanziare da­vvero molte iniziative.

Un bellissi­mo progetto che nasce con l’obiettivo di riprendere lo sviluppo delle at­tività sociali e dell’impegno lavorativo dopo il deg­rado causato dalla guerra.
In Centrafr­ica, a causa dei conflitti del 2013-2015, il tasso di analfabetismo è aum­entato: il 64% dei giovani fra i 15 e 24 anni sono incapaci di leggere o scrivere. Ogni giovane inserito oggi nel percorso scolastico è un potenziale futuro ribelle in meno. Per raggiungere questo obiettivo le missi­oni dei Padri Carmel­itani svolgono nel Paese anche una fondamentale funz­ione di sviluppo att­raverso strutture scolastiche (o­ltre 5.300 alunni) e di promozione rural­e, come il Centro di Formazione e Produzione Agro-Al­imentare di Bangui.

Bangui, 31 gennaio 2018: Padre Aurelio Gazzera studia insieme alla squadra di giovani la posa dei primi mattoni.

 

 

Posa primi mattoni

Bangui, 31 gennaio 2018: Muratori esperti sono venuti anche da Bozoum per apprendere la nuova tecnica.

 

mattone 8xmille

Bangui, 3 febbraio 2018: un mattone "firmato" 8xmille, il fondo che ha finaziato questo progetto.